Condannato a quattro mesi di carcere: sarà l'uomo più ricco mai finito dietro le sbarre

Condannato a quattro mesi di carcere: sarà l’uomo più ricco mai finito dietro le sbarre

L’uomo più ricco mai finito in carcere? Ecco chi è la persona che dovrà scontare quattro mesi di galera negli Stati Uniti.

Ogni giorno, migliaia di persone in giro per il mondo finiscono in galera per i motivi più diversi. Ladri, spacciatori, assassini e truffatori: sono svariati i profili dei carcerati che scontano le proprie pene negli istituti penitenziari di tutto il globo. Persone comuni di cui nessuno conosce la storia. Eppure, quando a finire dietro le sbarre è un uomo ricco, ecco che la notizia fa il giro del mondo. In queste ore, i principali quotidiani internazionali hanno rivolto la loro attenzione nei riguardi di questo uomo che diventerà il detentore di un record di cui, di sicuro, non andrà fiero.

Changpeng Zhao, fondatore di Binance, una piattaforma di scambio di criptovalute, diventerà l’uomo più ricco del mondo mai finito in galera. Infatti, è stato condannato a 4 mesi di carcere da parte del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti d’America. Inizialmente, i pm avevano chiesto una condanna ancora più severa. I tre anni di carcere voluti dall’accusa, però, si sono trasformati in 3 mesi. Ma cosa ha fatto questo imprenditore cinese naturalizzato canadese per beccarsi questa condanna? Scopriamolo insieme.

Condannato a quattro mesi di carcere: sarà l'uomo più ricco mai finito dietro le sbarre
Binance è una tra le maggiori piattaforme mondiali per lo scambio di criptovalute

Le accuse nei confronti dell’uomo più ricco mai finito in carcere

L’imprenditore 47enne, ex amministratore delegato di Binance, è stato condannato per riciclaggio di denaro. Tra il 2018 e il 2022, Changpeng Zhao, tramite la piattaforma da lui creata, ha consentito transizioni illecite con criptovalute nel territorio degli Stati Uniti d’America. Membri di gruppi terroristici, criminali e persone che risiedono in Paesi sanzionati, come l’Iran e la Russia, hanno beneficiato della piattaforma di criptovalute per fare i propri interessi. La condanna è relativamente bassa in quanto non è stato possibile dimostrare che Changpeng Zhao fosse a conoscenza degli scambi illeciti di criptovaluta. In conclusione, il Dipartimento di Giustizia statunitense ha accusato l’imprenditore di aver anteposto la crescita di Binance alla regolamentazione a cui devono sottostare gli istituti finanziari negli Stati Uniti d’America.

In totale, circa 800 milioni di dollari sono passati illegalmente attraverso la piattaforma di criptovalute. Prima della sentenza di questi giorni, Changpeng Zhao aveva già sborsato 50 milioni di dollari agli Stati Uniti nell’ambito di un accordo trovato con la Giustizia. Inoltre, l’azienda pagherà una multa di 1.400 milioni di dollari e accetterà supervisori indipendenti al suo interno per evitare riciclaggio di denaro. Ciò non è bastato, però, a Changpeng Zhao per evitare la condanna in carcere. E’ la prima volta nella storia che un uomo con un patrimonio di oltre 30 miliardi di dollari finirà in galera. Anche se non è ancora chiaro in quale istituto penitenziario Changpeng Zhao sconterà la sua condanna.

LEGGI ANCHE: I 5 libri che hanno plasmato l’umanità secondo l’Intelligenza Artificiale

Lascia un commento