cose da controllare auto usata

Le 3 cose da controllare sempre quando si compra un’auto usata

Quando ci si sceglie di acquistare un’auto usata è bene tenere a mente alcune importanti cose: meglio controllare sempre questi dettagli. Una lista di buone norme indispensabili: tutti i dettagli nel contenuto caricato da Benjicar.

Ormai ci siamo, abbiamo deciso di acquistare un’auto per noi o per un nostro familiare. Ma quale scegliere? Il ventaglio di offerte è davvero incredibile: abbiamo l’opportunità di avvicinarci con entusiasmo a tutta una serie di veicoli che possono fare al caso nostro. Andiamo verso il primo quesito: nuovo o usato? Nel secondo caso è bene conoscere 3 cose da controllare per non avere spiacevoli sorprese.

Ecco le cose da controllare quando si compra un’auto usata: si parte dal meccanico

Il consiglio principale è quello di recarsi dal proprio meccanico di fiducia per far ispezionare il veicolo: se dovesse presentare sorprese lui saprà certamente guidarvi. In alternativa, potrete farvi accompagnare da chi ha maggiore esperienza di voi nel campo dell’automobile. Andiamo a scoprire, nel dettaglio, le 3 cose da controllare prima di andare ad acquistare il nostro mezzo a quattroruote.

@benjicar

Quali sono le tre cose da controllare prima di comprare un auto usata?🤔 #perte #usata #consigli #auto #meccanico #fiat

♬ Babel (Remix) – 染哥

Anzitutto, scopriamo chi abbiamo di fronte. Controllare i proprietari, capire quanto siano persone affidabili: lo si fa per avere una panoramica sullo storico del nostro veicolo. L’ideale è quello che la vettura abbia avuto solo un unico proprietario: in questo modo non bisognerà lavorare in profondità. Anche perché sarebbe davvero complesso interrogare precedenti persone che hanno guidato il veicolo prima di noi. Importante: un campanello d’allarme è quando troviamo più proprietari per un’auto immatricolata recentemente.

cose da controllare auto usata
Controllare il libretto di manutenzione e il livello dell’olio. Fonte: TikTok

Bisogna inoltre verificare il libretto di manutenzione. Questo ci farà capire se l’auto in questione è stata sottoposta a manutenzione periodica o straordinaria e se ciò è avvenuto presso rivenditori autorizzati (consigliato) o terzi. Grazie a certificazioni o fatture sarete sicuri al 100% sugli interventi effettuati. Al contrario: potrà essere solo un meccanico a fornirci garanzie in merito.

Controllare sempre il cofano anteriore

C’è poi un altro punto da verificare e riguarda i livelli dell’olio motore. Per farlo, sarà sufficiente alzare il cofano anteriore e dare uno sguardo alle specifiche interessate. Controllare, poi anche la cinghia di distribuzione: anche se sono spese che possono risultare irrisorie ci faranno meglio comprendere lo stato di salute dell’auto. Verificare anche antigelo, lavavetri, olio motore, olio freni. Se il chilometraggio del veicolo è superiore ai 100.000 chilometri, lo stato di queste componenti è davvero indispensabile da conoscere: non vorrete comprare, infatti, un mezzo che poi dovrete portare continuamente a far controllare? Basterà rispettare queste buone norme per assicurarsi, almeno in un primo assetto, che la macchina sia sicura e affidabile.

LEGGI ANCHE>>>La citycar moderna e divertente da guidare: costa meno di 20mila euro

Lascia un commento