cane abbandonato la reazione della volontaria

Cane abbandonato nel bosco in montagna: la reazione di una volontaria commuove i social

Un cane abbandonato nel bosco in montagna viene ritrovato da una volontaria: ecco la reazione che ha commosso il mondo dei social. Un video davvero da brividi che fa tornare alla mente altre situazioni che purtroppo stanno diventando all’ordine del giorno. I dettagli.

Una vicenda davvero incredibile capitata a una giovane che, all’improvviso, ha sentito i versi di un cane provenire dalla natura. Quello che era un mucchio di pelle e ossa in movimento, adagiato al suolo ormai stremato, era un cagnolino che aveva sofferto le pene dell’inferno affamato al caldo e senza acqua. Una scena davvero straziante. Ecco come è andata a finire.

Cane abbandonato e ritrovato dalla volontaria: la storia

La giovane, a questo punto, ha deciso di accostare la macchina e fiondarsi sul cagnolino per sincerarsi delle sue condizioni di salute. A prima vista, nonostante la donna avesse avuto a che fare con tante situazioni disperate, quella del quadrupede presentava un quadro clinico già complesso a causa della malnutrizione del cagnolino che si reggeva a malapena in piedi.

cane abbandonato la reazione della volontaria
Una scena davvero straziante: ecco la reazione unica della volontaria. Fonte: TikTok

Una situazione che ha fin da subito gettato nello sconforto la donna, che si occupa di volontariato e lavora da vicino proprio con situazioni complesse come questa. La giovane ha quindi provato a prendere il cagnolino che, quasi impassibile, non ha opposto particolare resistenza, lasciandosi prendere dalla volontaria che lo ha condotto in auto e subito presso la prima struttura disponibile per un ricovero.

@casasperanza

Abbandonato in montagna malato e cieco resque abbandono dog volontariato salvataggio

♬ Solas X Interstellar – Gabriel Albuquerqüe

Una situazione davvero disperata quella del quadrupede, che è stato comunque preso in affidamento dal rifugio dove la volontaria opera con tanto cuore e benevolenza nei confronti di questi animali abbandonati che, il più delle volte, presentano un quadro davvero disperato. Ma il miracolo, alla fine, è dietro l’angolo.

Le cure e la riabilitazione

Il cagnolino è stato affidato dunque alle cure del rifugio, dove ha perfino fatto amicizia con un’anatra muta. Non poteva certo essere messo insieme agli altri animali, a causa di alcune malattia che gli erano state diagnosticate. Il cane, dopo due mesi di cure, si è ristabilito ed è stato portato a Roma dove ha trovato la serenità che cercava. Una storia a lieto fine ma come, purtroppo, non lo sono tutte. L’abbandono è più frequente di quello che ci si aspetta e spesso i malviventi fanno perdere le proprie tracce. Vicende come quelle di questo cagnolino fanno sorridere l’anima ma l’obiettivo è quello di evitare che simili situazioni si ripresentino.

LEGGI ANCHE>>>Hamburger alla carbonara, tocco segreto di Max Mariola mai visto prima: facile da fare a casa

Lascia un commento